Sabato 21 maggio ore 14.30 – 18.30 Arena del Parco Bussola ASSEMBLEA APERTA DI SINISTRA ITALIANA VENEZIA

IMG_20160213_184652

Non aspettiamo oltre, costruiamo subito la Sinistra Italiana, contattiamo le compagne e i compagni, chiediamo l’adesione promuoviamo comitati sul territorio, circoli, gruppi di lavoro su obiettivi concreti ed andiamo tra le persone ad ascoltare ad affinare gli obiettivi a costruire vertenze, sperimentare l’efficacia delle nostre proposte.

C’è troppa rassegnazione, sconforto, senso di impotenza tra le persone che vivono di un salario modesto o sopravvivono nell’incertezza della precarietà, dei giovani che non possono scegliersi un futuro, degli anziani angosciati di finire in miseria la loro esistenza dopo una vita di sacrifici, Si deve riaccendere una speranza.
Non è un destino crudele vivere in un sistema impazzito, dove un manipolo di manigoldi possono dettare legge con arroganza e violenza, deve tornare in campo nel nostro paese un grande partito della sinistra erede della migliore tradizione del movimento operaio, ambientalista, femminista, antifascista.
Non un gruppo litigioso, separato dalle persone, inospitale, ma un grande luogo partecipato che riduca in modo sostanziale le liturgie dei gruppi dirigenti, le bizze dei piccoli e grandi leader
Per noi comunisti è la sfida di un pensiero forte che decide di inverarsi nel confronto, nella costruzione dell’alternativa anticapitalista, abbandonando ogni settarismo, sentendosi parte importante di un progetto più ampio, plurale, comprendendo la necessità di essere “pesci nell’acqua”.
Lavoriamo tutte e tutti per un partito che si organizza nei territori, che ama il confronto, ma che sa crescere dando risposte utili, costruendo iniziative concrete.
Un partito che non vive di slogan tanto scarlati quanto inefficaci e che non fa della sua linea strategica la demonizzazione del nemico di turno, ma indica un proprio progetto di società, una propria idea di lavoro, di rapporti internazionali, di solidarietà, di democrazia,
A dicembre terremo il Congresso nazionale che darà vita al nuovo partito della sinistra, ma fin d’ora il percorso va alimentato.
Non dovrà e non sarà un problema solo di vertici, ma dovrà da subito riguardarci tutte e tutti.
Sabato 21 maggio a Mestre si terrà l’assemblea provinciale di Sinistra Italiana, una occasione importante. Dovremo esserci tutte e tutti. Portiamoci dietro tutti i dubbi, i timori, le titubanze, ma cogliamo il prevalente. Abbiamo bisogno di organizzazione. Senza organizzazione non siamo nulla.
Abbiamo la Costituzione da difendere, le campagne sul lavoro, pensioni, scuola pubblica, sanità da promuovere.
Ma dobbiamo anche costruire una nuova identità forte, coesa, condivisa.
Ripartire deve essere il primo passo per rivolgerci ai molti che hanno perso fiducia, che non credono più all’utilita’ dell’impegno politico, ai ragazzi e alle ragazze che ancora sperano in un mondo migliore.
Non perdiamo altro tempo.

Precedente QUARTO D’ALTINO UNA LISTA DI CITTADINANZA ATTIVA, PROGRESSITA E SOLIDALE PER FERMARE CHI VUOLE UNA AMMINISTRAZIONE DI RUSPE, ODIO RAZZIALE, CEMENTIFICATORI Successivo L'assemblea di Sinistra Italiana veneziana tra impegno sociale e costruzione del Partito